Heiva I Tahiti 2024, prima serata

La prima serata della Heiva I Tahiti 2024 ha inizio con la consueta cerimonia d’apertura e il rāhiri, dove ogni rappresentante di gruppo dichiara di rispettare e accettare il giudizio della giuria, come ha sottolineato il ministro della Cultura Ronny Teriipaia, nel suo discorso:
“Che gioia aprire questa Heiva in To’atā 2024 con otto serate dedicate.
È l’amore che abbiamo per la nostra essenza e identità, per la cultura Mā’ohi che ci riunisce, qui, questa sera. Abbiamo iniziato con la cerimonia Rāhiri. La foglia di banano è simbolo di pace e di rispetto reciproco.
Rispetto per il lavoro realizzato dai nostri artisti in molti mesi.
Rispetto per gli antenati, rispetto per i nostri grandi artisti defunti.
Rispetto per tutte le arti: danza, musica, arte oratoria e in particolare modo per i nostri canti tradizionali.
Vi chiedo umilmente di rispettarlo.
È un patrimonio che lasciamo a tutte le generazioni future. Patrimonio dei primi popoli di questa terra. Le persone che hanno piantato la loro placenta nelle profondità di Te Moana Nui a Hiva, il grande oceano dei guerrieri. (Usanza polinesiana)
In passato, la nostra gente celebrava la propria terra. A questo gruppo di artisti dico: Fate ballare i vostri miti! Cantate il vostro Paese! Suonino i tamburi nel firmamento! Declamate la vostra anima!
Che la terra, il mare e il cielo siano abitati dai suoni di questo festival! Possa l’essenza ancestrale sprigionarsi dal profondo delle nostre viscere, trasportata dal suono melodioso delle voci polifoniche e diffusa dagli strumenti musicali!
‘Ia ora te Heiva i To’atā 2024! Viva la Heiva a To’atā 2024!”
Passeranno sulla mitica scena dell’arena di To’atā due gruppi per il canto, Ahi Ora in categoria tārava Raromatai e Tamari’i Tuha’a Pae No Mahina in categoria tārava Tuhaa Pae, per la danza il gruppo Tere ‘Ori in categoria hura tau, professionisti.

Gruppo Ahi Ora categoria tārava Raromatai
Tema: Muhu A Vārua, Mormorio dell’anima
Il gruppo canta la creazione del mondo, opera del dio Ta’aroa.
Questo tema evoca la credenza della profonda connessione spirituale tra l’umanità e la natura.
Ogni elemento della natura, alberi, fiumi, montagne, animali o altri elementi naturali, sono abitati da un’anima o da un’essenza spirituale, fin dalla creazione.
Il tema sottolinea l’idea che l’uomo non sia a parte della natura, ma ne sia parte integrante.
Questa convinzione incoraggia l’armonia e il rispetto verso la natura, mette in luce la connessione profonda e spirituale tra uomo e natura, dove ogni elemento è animato da un’anima e comunica con l’uomo in modo sottile e significativo.
Prospettiva che incoraggia il rispetto per la natura e la preservazione dell’ambiente, col fine di mantenere questa comunicazione spirituale.

Tē muhumuhu nei te fenua
Tē ti
aoro nei te aru
Tē paripari nei te tai

Tē hīmene nei te reva

E vārua ora teie
E pi
i nei i āu, ia oe, ia tāua.ā
A faaroo e a nānā i nia
A hio i raro, i mua e i muri.
Vārua
ē, vairua!
Vārua maita
i
Vārua arata
i
Vārua tauahi
Vārua tauhani
Vārua aupuru
rua pāruru
Vārua tūrama
Vārua fa
aora
Vārua tāmāhanahana
O oe,e o oe anae, tē tīai nei iāu.

La terra sussurra
La foresta invoca
L’oceano celebra
Il cielo canta
È uno spirito vivente
Che mi chiama, che ti chiama, che ci chiama.
Ascolta e fissa lo sguardo verso l’alto.
Guarda dunque in basso, davanti e dietro.
O spirito! Sì, spirito!
Spirito benefico
Spirito che dirige
Spirito che abbraccia
Spirito che accarezza
Spirito che si prende cura 
Spirito che protegge
Spirito che illumina 
Spirito che salva
Spirito che consola 
Sei tu, e solo tu, che vegli su di me.

Tārava Raromata’i
Te Poietera’a
Poietera’a hia teie nei ao
E te atua mana hope ē
Ta’aroa te tupuna (o) te mau atua
Tāmā (i) te hara ‘e te ‘ino ē
Ta’aroa i ni’a, Ta’aroa i raro
Te parau mau, huri fenua ē

Tāviri ‘oia (i) roto tōna ‘apu
I te ‘ahe’ahe ‘ōti’a ‘ore ē
Fa’afene iho ra (i) tōna tino ē
He’e atu ai (i) te mau motu pari ē
E pō tinitini, e pō ta’ota’o
(E) ‘Āputo tei mua iāna ē

V : Tūoro mai ra te rahu nui e ha he
T :’O vai tei ni’a ?’O vai tei raro ?
V : Tūoro mai ra te rahu nui e ha he
T :’O vai tei tai ? ‘O vai tei uta ?
A :’Aore e muhumuhura’a ē
Vevovevo noa iho tōna reo ē

Tei iāna te mau peu ato’a
Te vero, te ua ‘e te tai ē
Haruru-ru-papa te papa fenua
Tā tōna nau rima (i) hāmani ē
Ha’amau (i) tōna vārua i roto
‘O Ta’aroa-nui-Tumu tahi ē

‘Ua rahu atua (o)Ta’aroa i te pō
‘Ua rahu (e) tōna mana atua ē
I roto i te aru, i roto i te tai
I roto i te ra’i tinitini ē
Pūai ta’a’ē tō te tumu nui
Pūai mānono tōna ē

Nūna’a fāna’o, nūna’a mā’ohi
Fāna’o i teie hotu rau ē
Vārua tei roto ia rātou ē
Vārua ti’aoro ia ‘oe ē
‘A toro tō tari’a, fa’aro’o maita’i
I te muhu o taua vārua ē

Canto delle Isole Sottovento
La Creazione
Il mondo è stato creato
Dall’onnipotente dio
Ta’aroa è l’antenato di tutti gli dèi
Colui che stermina i peccati e il male
Ta’aroa sopra, Ta’aroa sotto
La verità, colui che fa girare la Terra

Si rigira nel suo guscio
Nel vuoto infinito
E lo rompe con l’aiuto del suo corpo
Poi scivola fuori dall’involucro
Era un’oscurità fitta e permanente
Era davanti al nulla

Il grande creatore urla
Chi c’è sopra? Chi c’è sotto?
Il grande creatore urla
Chi c’è davanti? Chi c’è dietro?
Non c’era suono
Risuonava soltanto la sua voce

Tutte le cose esistevano attraverso di lui
La tempesta, la pioggia e il mare
La roccia Haruru-ru è la fondazione della terra
Creata dalle sue mani
E vi ha messo la sua anima
Il cui nome è Grande Ta’aroa il fondatore

Ta’aroa creò una schiera di dèi nelle tenebre
Li ha creati con il suo potere divino
Nella foresta, nelle acque
Nel cielo immenso
Il grande creatore detiene una forza speciale
Una forza potente.

Popolo Mā’ohi, popolo fortunato
Godi di tutti i vantaggi
Uno spirito vive in ognuno di essi
Uno spirito che ti chiama
Tendi l’orecchio e ascolta attentamente
Il sussurrare dello spirito



Hīmene rū’au
Vārua Ti’aoro
(T) E ao tei rahu hia mai
(V) Rahu hia e te mana (o) Ta’aroa e ha e ha e ha e
(V) ‘Ua rahu ‘oia (i) te fenua e ha e ha e ha e
(T) Te mou’a ‘e te moana uriuri ē
(A) Te mau ‘ī ato’a,(i) tōna mana atua ē
E ao tei poiete hia ra ē

‘O ‘Oro te atua (o) te reva, te fenua
‘Ūmete fa’atupu i te ora ē
Nā te hihi mahana, tūrama noa ra
I teie hōro’a he’euri ē
‘Ūmere te manu nā te reva ē
Hōpoi i te pehe rirerire ē

(V) E fa’aro’o ānei ‘oe? (T)’A fa’aro’o mai na
(V) I te tā’ū’ū ē, (T) o tōna māfatu
(A) ‘O te reo ïa, (o) te papa fenua
(V) Te hau nō ni’a mai (T) I te mau peho ē
(V) Tōpatapata mai (T) Mai ni’a (i) raro
(A) E rīpano nā te tumu nui ē

Vārua tei roto (i) te aru, vārua ta’a’ē
Tōna rahi, tōna a’ia’i ‘e te ‘una’una ē
I ni’a ho’i i te pererau o te mata’i ē
Hīmenemene i te autā o te hotu rau ē
Fa’ateni tei ‘ōta’ivaha
te muhu mo’emo’e

(T) Ruahatu te atua o te tai ē
(V) Nīni’i i tōna maita’i ē
(T) Pi’i vārua i te tama fenua
(V) Mai roto (i) te moana hāuriuri ē
(A) E fāriu mai tō tari’a ē
I te paripari ora ē

Hā’ati hia ‘oe, e a’u tama here ē
E teie mau ō tei pūpū hiaE te mana (o) te atua ē
Vārua ti’aoro ē,’eiaha e māta’u ē
Tei tō nao, tō’u tīa’ira’a
‘Ārue i te ora ē

Muhu a vārua e ha he
Vārua o te ora ē X2
E ao tei rahu hia mai

Canto Antico
Mormorio dello spirito
Il mondo è stato creato
Creato dal potere di Ta’aroa
Ha creato la terra
Le montagne e l’oceano
Ha creato tutto con il suo potere divino
Il mondo è stato creato.

‘Oro è il Dio del firmamento e della terra
Ricettacolo che dà la vita
I raggi del sole non smettono mai di splendere
Questo verdeggiante (regalo)
Gli uccelli cantano di gioia nel cielo
Canto piacevole.

Senti?
Il battito del suo cuore
La voce della fondazione madre
La rugiada che scende dalla valle
Cade goccia a goccia
È l’incenso della terra per il suo creatore

La foresta è abitata da uno spirito straordinario
La foresta è grande, bella e splendida
Sulle ali del vento
Canta la storia della creazione
Questa lode che amplifica
Il sussurro segreto

Ruahatu è il dio dell’oceano
Oceano che effonde i suoi benefici
Invoca i figli della terra
Chiamata che arriva dall’oceano profondo e insondabile
Devi ascoltare
La canzone che celebra la vita

Sei circondato, mia amato figlio
Dei benefici offerti
Dal potere divino
Lo spirito ti chiama, non temere nulla
È in questo santuario che ti aspetto
Per celebrare la vita

Mormorio dello spirito
Spirito di vita
Il mondo è stato creato



‘Ūtē paripari
Ta’aroa Tumu Tahi
E ha he ………………….
Te mau tōmite, te hui mana ē
Te huira’atira,
Fa’aro’o mai na i tā mātou pehe ē
‘O tā mātou ïa ‘ūtē paripari
E ha he ………………….

A : E reo fa’ateni i te tumu nui ē
Hīmene ‘ārue (i) te atua ē
E : Mai tahito āu’iu’i mai ē
Ta’aroa nui ē, tahi tumu ē

A : Ahi Ora teie e ti’a mai nei
Fa’atara i tāna pehepehe ē
E : Paripari fa’ateni i te rahu nui ē
Te tupuna o te mau atua ē

Ie aha’ahe, fa’ateni i te rahu nui ra ē
Ie aha’ahe, te tupuna o te mau atua ē

A : Tē pīna’i nei tō i’oa hanahana
Nā roto i tā mātou moe ra ē
E : Tā ‘oe aumata e tūramarama
Tūrama i te reva tinitini ē

A : Tei tō rima ra, te natira’ahia
Te ra’i (‘e) te moana nui ra ē
E : Tūpa’ira’a ‘are, hīmene (o) te mata’i
Teie ‘oe Ta’aroa ē

Ie aha’ahe, te ra’i, te moana nui ra ē
Ie aha’ahe, teie ‘oe Ta’aroa ē

A : Tei ni’a hotu’umu (o) Mā’ohi nui ē
Hīmene tahito tō ‘ānāpape ē
E : Ta’aroa-rara’a (i) te ora ‘e te tau
roto apuaroa, tavevo i’oa ē

A : (I) te ra’i tumatuma,’o ‘oe Ta’aroa
Rahu atua, fatu o te tohu ē
E : (E) ‘ārue mātou (i) tō hanahana rahi
te mou’a tapu, fenua here hia

Ie aha’ahe, ‘ārue mātou ia ‘oe ē
Ie aha’ahe, Rahu atua, fatu o te tohu ē

A : I ni’a (i) te mou’a, i roto i te fa’a
Māhu’ira’a ‘oe (i) tō mana ē
E : Tē ‘ori noa ra te ānuanua
Fa’a’ite i tō here mutu ‘ore ē

A : E ta’u te ihitai ia ‘oe Ta’aroa
Hou te fanora’a nā te tai ē
E : ‘O ‘oe te fatu (o) te moana rahi ē
Āuru (o) te mata’i nanonano ē

Ie aha’ahe, māhu’ira’a ‘oe (i) tō mana ē
Ie aha’ahe, fa’a’ite i tō here mutu ‘ore ē

E E E
Ta’aroa ē, Ta’aroa nui ē
‘A tono mai na tō vārua maita’i
I ni’a i te fenua, te reva ‘e te tai
Hā’ū (x4)
Faufa’a te reira (o) tā ‘oe i pūpū
Hōro’a atua nō te ra’i mai

E Ta’aroa ē,
‘A tono mai na tō māramarama
E Ta’aroa ē,
I ni’a ia mātou nei ē

Ie aha’ahe, hōro’a atua nō te ra’i ē
Ie aha’ahe, fa’a’ite i tō here mutu ‘ore ē

E he ho’i ē
Te mau tōmite, te hui mana ē
Nūna’a fāna’o, nūna’a mā’ohi
Maoti (o) Ta’aroa
Te rahu nui ē, te tumu tahi ē
‘Auē, fa’aro’o maita’i (i) te muhu a vārua
Teie e tūoro ia tātou nei
E ha he …….

Elegia alla terra
Ta’aroa il Creatore
Membri della giuria, autorità
Cara popolazione
Ascoltate la nostra canzone
Il nostro canto

R: È una lode dedicata al grande dio
Un canto di gloria a dio
B: Sin da tempi molto antichi,
Lui è il grande Ta’aroa, la prima origine

R: Ahi Ora si alza
Per declamare il suo poema
B: Declama la tua poesia
Lui, l’antenato degli dèi

Lode al grande creatore
Lui, l’antenato degli dèi

A: Il tuo nome glorioso risuona
In ciascuno dei nostri sogni
B: Il tuo sguardo si illumina
E illumina il cielo immenso

R: È tra le tue braccia che si uniscono
Il cielo e l’immenso oceano
B: Nello sciabordio delle onde, nel canto del vento, Ta’aroa, tu sei lì!

Nel cielo e nell’immenso oceano
Ta’aroa, sei là!

R: Nella fertile terra di Mā’ohi nui
I fiumi mormorano canti antichi
B: Ta’aroa, tessitore di vita e di stagioni
Il tuo nome risuona nella brezza

R: Sotto il vasto cielo, Ta’aroa siede sul trono
Creatore divino, padrone dei destini
B: Cantiamo la tua gloria e alziamo la nostra voce verso il monte sacro, verso la terra benedetta

Ti glorifichiamo
Creatore divino, padrone dei destini

R: Dalle cime delle montagne e nelle valli
Ci riveli il tuo potere
B: L’arcobaleno ci offre la sua danza
Mostrando il tuo amore infinito

R: I navigatori ti invocano, Ta’aroa
Prima di andare per mare
B: Tu sei il padrone del grande oceano
Il soffio del vento potente

Ci riveli il tuo potere
Mostrando il tuo amore infinito

Ta’aroa, il grande Ta’aroa
Manda il tuo spirito premuroso
Sulla terra, nel cielo e nell’oceano

Ricchezze che hai offerto
Dono divino del cielo

Ta’aroa,
Invia la tua luce
Ta’aroa
Su di noi

Dono divino dal cielo
Mostrando il tuo amore infinito

Membri della giuria, autorità,
Che popolo fortunato è il popolo Mā’ohi.
Grazie a Ta’aroa
Il grande creatore, l’unico dio
Prestiamo attenzione al sussurro dello spirito
Questo spirito che ci chiama

Pāta’uta’u
Pāta’uta’u Vārua
E he, e he, e ha e ha e

R : Tōmite heiva, te hui mana, te huira’atira ē
A.O : Tōmite heiva, te hui mana, te huira’atira ē
R : ‘Ōro’a re’are’a teie e tupu nei hi
A.O : ‘Ōro’a re’are’a teie e tupu nei hi !
‘Ōro’a re’are’a teie e tupu nei ha !

Mātou teie Tamari’i Ahi Ora ē
I ni’a (i) te Tahua To’atā ē
Pāta’uta’u fa’ateni (i) te parau (o) Mā’ohi nui ē

R : Patupatu, tā’iri, pa’ipa’i tō rima,’ia rūrū te tahua ē
A.O : Patupatu, tā’iri, pa’ipa’i tō rima,’ia rūrū te tahua ē

‘A hiri’a’a, hiri’a a ha’a (X2)R : Vārua ‘aro’aro teie e hāha’anunui ē
A.O : Vārua ‘aro’aro teie e hāha’anunui ē
R : Tē haere ‘ōminomino nei te vārua
A.O : Tē haere ‘ōminomino nei te vārua
R : Tei ni’a (i) te tahua Tō’ata tāua vārua ē
A.O : ‘Oia ! Tei ni’a (i) te tahua Tō’ata tāua vārua ē

‘A hiri’a’a, hiri’a a ha’a
Vārua tīa’i, vārua maita’i ē
Vārua tauahi, vārua tauhani ē
Vārua arata’i, vārua ti’aoro ē
Vārua aupuru, vārua pāruru ē
Vārua tūrama, vārua fa’aora ē
‘A hiri’a’a, hiri’a a ha’a

Vārua ‘aro’aro teie e hāha’anunui ē
Tē haere ‘ōminomino nei te vārua

Filastrocca ritmata
Lo Spirito
Membri della giuria, care autorità, caro popolo
È in corso una gioiosa celebrazione.

Siamo il gruppo Ahi Ora
Sul palco To’ata
Per interpretare la filastrocca in lode di Mā’ohi nui.

Battiamo le mani, battiamo, battiamo, lasciamo che il suono assordante faccia tremare questo posto

C’è uno spirito misterioso che vaga in giro

Questo spirito va qua e là
Questo spirito è in piazza Tō’ata
Oh sì, questo spirito è in piazza Tō’ata

Spirito che custodisce, spirito benefico
Spirito che abbraccia, spirito che accarezza
Spirito che dirige, spirito che interpella
Spirito che si prende cura, spirito che protegge
Spirito che illumina, spirito che salva

C’è uno spirito misterioso che vaga in giro
Questa mente va qua e là

Gruppo Tamarii Tuhaa Pae No Mahina in categoria tārava Tuhaa Pae
Tema: ‘E Haamaiterangi tama nō Oparo a faatia mai i te parau no te Metua vahine e toru titi
O Ha’amaiterangi, figlio dell’isola di Oparo (nome arcaico dell’isola di Rapa) raccontami la storia della madre nutrice dai tre seni.

Oparo è paragonata ad una madre che allatta con tre seni.
Il primo seno rappresenta tutto ciò che cresce e vive sulla terra.
Il secondo seno rappresenta la flora e la fauna marina.
Il terzo seno rappresenta tutto ciò che viene dal cielo.
Questi seni sono pieni di benefici e di vita.
I seni con cui sono stati allattati tutti coloro che hanno vissuto sulla terra dall’inizio dei tempi fino ai giorni nostri.
Ecco il messaggio per tutti i figli di Oparo:
Rispetta i seni della tua isola, custodiscili, salvali, prenditi cura di loro, assicurati che siano sempre colmi, così che tu possa continuare ad essere allattato oggi e che la generazione futura possa essere allattata a suo turno, fino alla fine dei tempi.
Questo è anche il messaggio per voi Mā’ohi: rispettate i seni, custoditeli, salvateli e abbiate cura di loro, dei tre seni delle nostre isole.

Gruppo Tere ‘Ori categoria hura tau, professionisti
Tema: Tafai Upoo Hui Tua, Tafa’i che getta l’amo in alto mare

Tafa’i, come molti aito, guerrieri, ha ereditato alcuni poteri che lo distingueranno dai suoi fratelli, suscitandone la gelosia. Sfuggirà a un destino funesto per poter compiere numerose imprese durante la navigazione e molte altre avventure. Le sue numerose qualità e la sua reputazione lo porteranno a incontrare la bellissima Hina che diventerà sua sposa. Il loro amore nascente verrà disturbato dal re delle Hawai’i che sollecitò il più valoroso aito del Pacifico per radunare le sue isole sparpagliate. Tafa’i, pieno di entusiasmo, decise di partire, senza avvisare la sua sposa. Sul posto rimase elettrizzato dall’entità del compito, e soccombette alla bellezza e al fascino delle donne hawaiane.
All’improvviso Tafa’i avanzò e lanciò i suoi ami che raggiunsero la sommità di ciascuna isola e le radunò con la forza delle sue braccia.
Nonostante gli abitanti fossero restati muti e silenziosi durante la prova, le donne hawaiane incoraggiavano Tafa’i sorridendo e lanciando sguardi lascivi. Egli stava per riunire tutte le isole quando venne interrotto dalle urla di agonia di Hina da Taputapuatea.
Ferita dalla precipitosa partenza del suo amato, distrutta dalla sua infedeltà alle Hawai’i, Hina si era lasciata morire per il dolore. Tafa’i la raggiunse velocemente, ma era troppo tardi. L’anima di Hina aveva lasciato il suo involucro carnale e stava volando verso Rohotu No’ano’a, il paradiso. Quando la raggiunse alle porte del paradiso, la bella Hina non c’era più. Trovò un corpo decomposto e putrefatto che tenne tra le braccia, un corpo che lottava e che aveva dimenticato ogni ricordo di Tafa’i.
Le chiese perdono e cercò di ragionare con lei, ma il corpo continuava a dibattersi.
Disperato, l’abbracciò e le diede il bacio del vero amore. Fu così che Hina tornò e la sua anima riprese possesso del suo corpo.
Il vero amore va ben oltre le apparenze se ci prendiamo la briga di crederci e di lottare per la persona amata.
Tema del defunto John Mairai che, come Tafa’i, amava il suo Paese, la sua lingua e la sua cultura.