Ex militante delle YPG in sciopero della fame

In qualche modo era già accaduto. Per esempio in Italia con Maria Edgarda Marcucci diventata suo malgrado “sorvegliata speciale” per la militanza in Rojava....

West Papua come Timor Est?

Il 16 marzo due manifestanti (o almeno quelli accertati, ma si sospetta siano di più) venivano uccisi dalla polizia nel distretto di Yahukimo, nella...

Paese Basco: polemiche e divisioni, anche tra gli indipendentisti, per l’ultimo ongi etorri

Occuparsi della questione basca senza entrare nel merito di quella dei prigionieri (gli etarras ancora in carcere) non consente di comprendere alcune delle innegabili...

Non si fermano le proteste antifrancesi in Corsica

Nella città corsa di Bastia, una manifestazione che ha coinvolto circa 7000 persone nel pomeriggio di domenica 13 marzo è sfociata in violenti scontri...

In coma l’indipendentista corso Yvan Colonna

Nonostante ieri Wikipedia l’avesse già seppellito (presunta data di morte il 2 marzo 2022, oggi tolta), Yvan Colonna, se pur in coma post anossico,...

Operazioni (preventive?) anticurde nella banlieu parigina

Per carità, nessuna intenzione di stabilire analogie o affinità. Diciamo pure che sono soltanto coincidenze, per quanto inquietanti. Mi riferisco a due episodi: l’attacco...

La Turchia, in affanno al suo interno, aggredisce oltreconfine

Attualmente la Turchia, nella persona di Erdogan, appare pervasa da instancabile attivismo. Dopo gli interventi militari in Libia, Nagorno Karabakh, Nord dell’Iraq e della...

Dopo i catalani, anche il parlamento basco potrebbe riconoscere ufficialmente l’Amministrazione Autonoma

Anche se lo davo per scontato, prima o poi, mi ha ugualmente commosso. Baschi e curdi sono due popoli altrettanto amati, ammirati e –...

…e intanto Damasco evacuava le basi militari a sud di Raqqa

Continuano ad arrivare notizie collegate all’assalto degli jihadisti al carcere di Hassaké, le quali sembrano rafforzare il sospetto che anche Damasco, oltre ad Ankara,...

L’assalto al carcere di Hassaké forse orchestrato da Ankara e Damasco

Lo davamo per scontato: intravedere dietro l’attacco di Daesh al carcere di Sina (nel quartiere di Gweiran/Xiwêran della città di Hassaké) la complicità di...

Most Read