Raccontando l’etnia irlandese, dai murales al tifo calcistico

Filed in gran bretagna, irlandesi, News by del 05/07/2019
Print Friendly, PDF & Email

gianluca cettineo libri

Gianluca Cettineo, I muri di Erin, Edizioni Saecula, Zermeghedo 2017, 25 euro.

I muri di Erin raccontano una storia lunga secoli. Una storia impressa nei murales dell’Irlanda del Nord, opere d’arte a cielo aperto che affondano radici e cuore nei luoghi in cui si sono verificati gli episodi più cruenti e tragici del conflitto nordirlandese.
Se la loro prima apparizione qui data tra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90, il fenomeno dei murales è poi esploso in maniera significativa in seguito agli accordi di pace. Vittime ed eroi, memorie ed eventi storici, denunce sociali e problemi irrisolti. L’autore ne tratteggia le simbologie e per ognuno di essi ripercorre fatti e implicazioni in un quadro storico, sociale e culturale che disegna centinaia di anni davanti allo sguardo e alla coscienza dei lettori. Uno strumento per conoscere i dettagli di un conflitto che tuttora cova sotto la cenere e per prendere consapevolezza dei motivi che ne sono all’origine, al di là delle strumentalizzazioni che spesso hanno, invece, steso un velo mendace su fatti e cause. Questa “narrazione per gli occhi”, fotografata e raccontata, ci trascina in un itinerario illuminante e al contempo doloroso.

 

 

gianluca cettineo libri

Gianluca Cettineo, The Poppy and the Lily. Calcio ed etnia a Belfast, Urbone Publishing, 2018, 12,90 euro.

The Poppy and the Lily, il papavero e il giglio, sono simboli che rappresentano la memoria storica delle due comunità nordirlandesi. La comunità nazionalista irlandese e quella unionista scoto-ulsteriana sono in costante lotta tra di loro da quando la colonizzazione dell’Ulster ha avuto inizio (circa 400 anni fa). Questa polveriera etnica, ben pressata all’interno dei confini dello stato nordirlandese, è esplosa in tutta la sua violenza al termine degli anni ‘60. ma si trascinava già dalla fine del XIX secolo. Le divisioni culturali, presenti nell’lrlanda del Nord e propagatesi nel resto del Regno Unito, si riflettono in tutti i campi della vita sociale della comunità nazionalista irlandese e unionista scoto-ulsteriana. Il calcio non fa eccezione ma, anzi, essendo un fortissimo catalizzatore sociale, è termometro e amplificatore delle tensioni etniche presenti nell’Ulster.
The Poppy and the Lily racconta come il calcio nordirlandese rifletta la situazione politico-sociale nelle sei tormentate contee del nord d’Irlanda e non solo. Un viaggio tra le strade di Belfast e tra i suoi mosaici di quartieri divisi tra l’arancio e il verde.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 2 =